Notizie

26 Maggio 2015

CARENZA DOTAZIONI ORGANICHE

 

GRAVE RISCHIO ASSISTENZIALE NEL PERIODO ESTIVO

CONVOCAZIONE URGENTE COORDINAMENTO REGIONALE IPASVI.

CARENZA DOTAZIONI ORGANICHE

26 May 2015

(Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d’Infanzia)

COORDINAMENTO REGIONALE COLLEGI I.P.A.S.V.I.

S I C I L I A

Prot. 26/2015

Siracusa 24/05/2015

All’Assessore alla Salute Dr. Lucia Borsellino

Al Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico

Al Dipartimento Pianificazione Strategica

e.p.c. All’ ARS – Assemblea Regionale Siciliana

VI Commissione – Servizi sociali e sanitari

Al       Presidente della Commissione On. Giuseppe Digiacomo

Ai   V. Presidenti della Commissione On. Vincenzo Fontana, On. Stefano Zito

e.p.c. Al rappresentante Regionale di Cittadinanza Attiva Dr. Giuseppe Greco

e.p.c. Ai Rappresentanti delle OO.SS dell’Area del Comparto

CGIL FP, CISL FP, UIL FPL, FIALS, FSI, NURSING UP, UGL, USB,CISAL UNI PA, NURSIND

e.p.c.     Alla Federazione Nazionale Collegi IPASVI Dr. Barbara Mangiacavalli

OGGETTO: CARENZA DOTAZIONI ORGANICHE – GRAVE RISCHIO ASSISTENZIALE NEL PERIODO ESTIVO – CONVOCAZIONE URGENTE COORDINAMENTO REGIONALE IPASVI.

Il COORDINAMENTO REGIONALE COLLEGI I.P.A.S.V.I. SICILIA, con la presente nota, intende sottolineare in anticipo il concreto rischio di carenze assistenziali nel comparto sanitario connesso all’approssimarsi del periodo estivo e, pertanto, auspicare la sollecita immissione in servizio di personale infermieristico al fine di porvi parziale rimedio.

In questo senso, premette:

  • che, a mente dell’art. 32 della Costituzione, “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”;
  • che il Parlamento Europeo, con la risoluzione del 19/05/2015 (“Un’assistenza sanitaria più sicura in Europa”) ha esortato gli stati membri a non imporre misure che incidono sulla riduzione del personale, che ha provocato 37.000 morti in Europa nel 2014, e a garantire che la sicurezza dei pazienti non sia messa a rischio dalle misure di austerità e che il sistema sanitario resti adeguatamente finanziato.

Ciò premesso, deduce quanto segue.

È un dato certo che le dotazioni organiche stabilite con il D.A. del 2010 sono insufficienti: ne sono segni evidenti il superamento del budget per lo straordinario, utilizzato indiscriminatamente per eventi programmati e non straordinari, l’utilizzo della pronta disponibilità quale strumento sostitutivo e non integrativo di turno, la durata di alcune pronte disponibilità (dalle ore otto del mattino dei giorni feriali) ed il cumulo di ferie residue del personale. Si tratta di un chiaro ed inequivoco quadro di difficile adempimento del proprio compito da parte di infermieri, così come di coordinatori e dirigenti-infermieri (dove presenti), sempre più spesso impegnati in estenuanti contrattazioni per ottenere più personale.

Queste osservazioni non hanno trovato alcun riscontro da parte dei Direttori Generali delle ASP provinciali; d’altra parte, è compito precipuo del Coordinamento regionale dei Collegi IPASVI rappresentare i diritti e gli interessi dell’intera classe infermieristica e dei cittadini assistiti ed è proprio in tale veste, di portatore e rappresentante di tali prerogative, che deve rappresentare all’Assessorato competente la situazione, di grave e pericoloso incremento del rischio clinico, che si determinerà nel prossimo periodo di fruizione delle ferie estive: situazione che renderà ineluttabilmente impossibile garantire i LEA, con ogni immaginabile conseguenza rispetto alla crescente domanda assistenziale dei pazienti.

Lo scrivente Coordinamento, dunque, auspicando che si adottino misure di concreta riduzione dei rischi clinici ed assistenziali, propone alle istituzioni ed agli organi competenti di ovviare alle descritte carenze mediante l’immissione in servizio di infermieri con incarichi a tempo determinato o in alternativa la predisposizione di apposito avviso di manifestazione di interesse per l’affidamento di incarichi quadrimestrali per il periodo estivo. Si sottolinea come tale soluzione non vincoli in alcun modo le ASP (il personale selezionato collaborerebbe in partnership e verrebbe retribuito su fatturazione in quanto libero professionista) e si ponga come concreta soluzione delle criticità nell’immediato.

Per l’esame di tale soluzione e la predisposizione dei provvedimenti al riguardo, pertanto, si invita l’Assessorato alla Salute a convocare, in via di estrema urgenza, lo scrivente Coordinamento, anche al fine di evitare di dovere ricorrere a manifestazioni del proprio dissenso nelle altre forme previste dalla legge.

Distinti Saluti

COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI AGRIGENTO       DR. SALVATORE OCCHIPINTI
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI CALTANISSETTA   DR. ROBERTO CAMMARATA
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI CATANIA         DR. CARMELO SPICA
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI ENNA            DR. GIOVANNI DI VENTI
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI MESSINA         DR. SALVATORE FELICIOTTO
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI PALERMO         DR. FRANCO GARGANO
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI RAGUSA          DR. GAETANO MONSU’
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI SIRACUSA        DR. SEBASTIANO ZAPPULLA
COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI TRAPANI         DR. FILIPPO IMPELLIZZERI

CARENZA DOTAZIONI ORGANICHE
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Notizie 1 Dicembre 2020

Speciale Elezioni 2020 – I Convocazione

Si comunica a tutti gli iscritti che l’Assemblea per le Elezioni del rinnovo degli Organi Ordinistici anni 2021-2024 in I Convocazione non ha raggiunto il quorum, quindi si rimanda alla seconda Convocazione nelle date del 05-06-07 Dicembre dallo ore 09.

Notizie 27 Ottobre 2020

Speciale Elezioni

In seguito a quanto stabilito dalla Legge 11 gennaio 2018 n.

torna all'inizio del contenuto