Normative

Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)


POSTA CERTIFICATA GRATUITA Il 26/04/2010 è partito un servizio gratuito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione fornito da Poste Italiane, Telecom Italia e Postecom che consentirà a tutti i cittadini di dialogare via e- mail con le istituzioni Leggi tutto

2° Concorso fotografico - Edizione 2013


Il Collegio Provinciale IPASVI di Ragusa indice il Secondo Concorso fotografico edizione 2013. Scarica qui il Leggi tutto

Elezioni Amministrative 2013


ELEZIONI AMMINISTATIVE 2013 Nei giorni 9 e 10 Giugno 2013 si terranno le elezioni Amministrative in 141 Comuni della Sicilia, tra questi 4 sono della Provincia di Ragusa (Acate, Comiso, Modica e Ragusa). Il Collegio Provinciale IPASVI di Ragusa, come in Leggi tutto

Progetto P.A.D.


Il progetto "Riprendiamoci il cuore" vede coinvolti, tra gli altri, l'Ipasvi, Cives e la Training site american heart association di Comiso. Il presidente del Collegio IPASVI di Ragusa, Gaetano Monsù, la consigliera Maria Iozzia e il presidente di Cives Ragusa, Leggi tutto

VI Premio Letterario "Collegio IPASVI - Ragusa" Ed. 2013


Il Collegio Provinciale IPASVI indice il VI concorso del Premio Letterario. Scarica il bando del Leggi tutto

Tassa annuale di iscrizione

Gaetano Monsù Normative, Notizie Lascia un commento  

QUOTA ANNUA DI ISCRIZIONE AL COLLEGIO IPASVI DI RAGUSA

bollettini-tarsuContinua il recupero crediti per l’anno in corso e per le morosità 2012. Il principio è: se paghiamo tutti possiamo sicuramente migliorare i servizi ed offrirne di nuovi. Come tutti sanno la tassa annuale di iscrizione al Collegio IPASVI è obbligatoria.
Si tratta di una somma che serve a finanziare tutte le attività del Collegio tra cui una grande quantità di iniziative che tornano utili a tutti gli infermieri in termini di servizi, in gran parte gratuiti.
In questi anni il Collegio di Ragusa ha moltiplicato le sue prestazioni, ha assistito un numero sempre crescente di colleghi, ha incrementato l’attività in tutti i campi istituzionali: dall’aggiornamento alla formazione professionale, dai servizi di front-office alle consulenze specialistiche.
In sostanza, ogni centesimo che gli iscritti hanno versato è tornato loro indietro sotto forma di nuovi servizi, maggiore rapidità, qualità e gratuità delle prestazioni; come alcuni eventi ecm, ma anche il colloquio con i nostri consulenti come l’avvocato e il dottore commercialista.
Chi non versa la quota di sua spettanza, beneficia dei servizi offerti dal Collegio gravando sui colleghi che pagano regolarmente.
Tutta la normativa vigente e da ultimo la legge 43/2006 stabilisce l’obbligatorietà dell’iscrizione al Collegio e vincola a questa la possibilità di esercitare la professione.
La stessa normativa impone al Collegio di attivare il recupero delle morosità.
Il processo di riscossione coattiva delle quote di iscrizione non versate comporta la messa in mora dell’iscritto e culmina nella sua cancellazione dall’Albo Professionale.
Perciò cara/o Collega, se non lo hai ancora fatto, mettiti subito in regola con il versamento delle quote di iscrizione arretrate e dell’anno in corso, evitando così di essere incluso nel procedimento di riscossione coattiva che comporta l’aggravio della sanzione per il mancato pagamento.
Se sei moroso contatta il Collegio al numero 0932/652260 per conoscere la tua posizione e per avere i dati per effettuare il pagamento.
Ogni sforzo compiuto in nome della professione è un prezioso investimento per il nostro futuro.
Attenzione: immediatamente dopo aver effettuato il pagamento è necessario inviare copie del bollettino al n. di fax 0932/652260 per permetterci di chiudere la posizione debitoria.
Giuseppe Occhipinti, Tesoriere Collegio Provinciale IPASVI di Ragusa


Riordino della disciplina delle professioni sanitarie

Gaetano Monsù Normative, Notizie Lascia un commento  

Riordino della disciplina delle professioni sanitarie, presentato un disegno di legge

cameraPresentato dai senatori Annalisa Silvestro e Amedeo Bianco – presidenti, rispettivamente, della Federazione IPASVI e della Federazione OMCeO – il disegno di legge a titolo “Riordino della disciplina degli Ordini delle professioni sanitarie di medico – chirurgo, di odontoiatra, di medico veterinario, di farmacista e delle professioni sanitarie di cui alla legge 30 agosto 2000, n. 251”

Il DdL, firmato anche da tutti i senatori del gruppo Pd della Commissione Igiene e Sanità del Senato, dovrà adesso iniziare il suo iter, che comprende anche il confronto con altri disegni di legge sullo stesso tema, presentati da PdL e Gal.

“Auspico davvero che si possa arrivare a buon fine in tempi accettabili – afferma la presidente Silvestro – e che venga finalmente superata una ingiustificabile differenziazione tra le professioni sanitarie. Alcune, infatti, sono regolamentate con albi, ordini e collegi, mentre altre, pur se disciplinate dallo Stato nell’esercizio professionale, ne sono ancora completamente prive”.

Al link sottostante il file pdf contenente la relazione introduttiva e il testo integrale del disegno di legge.

Riordino ordini professioni sanitarie


Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)

Gaetano Monsù Normative, Notizie Lascia un commento  

POSTA CERTIFICATA GRATUITA

pecIl 26/04/2010 è partito un servizio gratuito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione fornito da Poste Italiane, Telecom Italia e Postecom che consentirà a tutti i cittadini di dialogare via e- mail con le istituzioni centrali e locali assicurando valore legale alla corrispondenza.

Per richiedere l’attivazione del servizio PostaCertificat@ è sufficiente collegarsi al portale www.postacertificata.gov.it e seguire la procedura guidata che consente di inserire la richiesta in maniera semplice e veloce. Trascorse 24 ore dalla registrazione online ci si potrà quindi recare (entro tre mesi) presso uno degli uffici postali abilitati per l’identificazione e la conseguente firma sul modulo di adesione. L’elenco degli uffici postali abilitati è disponibile su www.postacertificata.gov.it. Il richiedente dovrà portare con sé il documento originale di riconoscimento personale, utilizzato per la registrazione online, e un documento comprovante il codice fiscale (la tessera del codice fiscale o del servizio sanitario nazionale), lasciandone una copia all’ufficio postale. Al termine della verifica dei dati forniti dal cittadino e della sottoscrizione del modulo di adesione per l’attivazione del servizio, la casella PostaCertificat@ sarà pronta all’uso.

Insieme al servizio di posta elettronica certificata, i cittadini possono accedere gratuitamente anche a una serie di servizi correlati come il servizio di notifica, tramite e-mail tradizionale, della presenza di messaggi sulla casella PostaCertificat@; il fascicolo elettronico personale per la memorizzazione dei documenti; gli indirizzari delle caselle PostaCertificat@ della P.A


  • Shortcodes
    Ordine delle Professioni Infermieristiche di Ragusa